Elaborazione 3D del DNA umano
La dieta nell’era post-genomica

Test e nutrizione di precisione

Prima di optare per un programma alimentare anziché un altro un bisognerebbe “chiedere” ai nostri geni se il regime scelto è adatto a noi. Nell'era della medicina di precisione, infatti, esiste oggi la possibilità di personalizzare il tipo di alimentazione sulla base delle caratteristiche della persona.

In questa cornice, individuiamo specifici test genetici che permettono di conoscere tali peculiarità che, come una firma biologica, indicano come reagiamo a determinati cibi, come poter migliorare la nostra salute e la forma fisica.

Come vengono eseguiti? Con un semplice prelievo buccale che può essere eseguito in studio e vengono inviati poi alla piattaforma che li esegue con metodiche genetiche di ultima generazione, l’esito arriva via mail.

Le analisi in dettaglio

Test genetici

In ambito di Medicina di precisione, grazie ai test genetici, potrai individuare una predisposizione verso una malattia o una problematica specifica. Questo permetterà di adottare correzioni efficaci sullo stile di vita, grazie ad un piano alimentare personalizzato e alle più moderne terapie.

Grazie ai test genetici si possono individuare i seguenti problemi.

  • Problemi di infiammazione intestinale, malattie dell’apparato gastro-intestinale, problemi di intolleranze alimentari, sindrome da colon irritabile, sospetta sensibilità al glutine.
  • Problemi di insulino-resistenza, metabolismo basale rallentato, obesità sovrappeso patologie autoimmuni, diabete di tipo II e sindrome metabolica oppure malattie cardiovascolari.
  • Problemi di spossatezza, dolori muscolari e articolari, come la fibromialgia.
  • Problemi di infiammazione di basso grado.
  • Stress (studio del cortisolo salivare).
  • Difesa dai radicali liberi (stato ossidativo intracellulare).
  • Problemi relativi alla menopausa e andropausa.
  • Estrogeno dominanza.
  • Longevità.

Approfondimento

I test genetici analizzano alcune caratteristiche associate a come lavora il nostro metabolismo, a come assimiliamo e assorbiamo determinati componenti presenti negli alimenti.

  • Allergie: per capire la predisposizione a allergie e/o intolleranze come lattosio, glutine, nichel, istamina, caffè, alcol.
  • Infiammazione: la risposta agli stimoli infiammatori che portano all’obesità e alla sindrome metabolica o alcune forme di tumore.
  • Detox: la risposta agli stress ambientali e ai radicali liberi.
  • Metabolico: esamina la difficoltà a perdere peso con la dieta e la predisposizione all’aumento di peso in alcune parti del corpo.
  • Neurogenomica: per capire la possibilità di sviluppare malattie neurodegenerative.

Analisi del microbiota

L'analisi del microbiota permette di conoscere il patrimonio genetico dei nostri batteri intestinali che influenzano il nostro stato di salute ed in particolare quello intestinale ed immunitario.

Il test di sequenziamento metagenomico permette uno studio approfondito di tutto il patrimonio genetico dei microrganismi intestinali presenti.

Grazie a questo test è possibile determinare gli equilibri fra specie diverse ed evidenziare le situazioni di squilibrio da correggere.

Test lipodopmico: analisi della membrana lipidica

L’analisi lipidomica individua la condizione della membrana cellulare del globulo rosso e riferisce lo stato dell’intero organismo mostrando i livelli di stress ossidativo.

Si possono evidenziare diverse situazioni.

  • Inflammaging: squilibrio del rapporto omega6/omega3.
  • Risposta metabolica: squilibrio tra acidi grassi saturi e monoinsaturi.
  • Protezione immunitaria: rapporto tra Omega6/EPA.
  • Salute cardiovascolare: rapporto acidi grassi totale(SFA)/omega3.

Con questi dati si potrà formulare un piano di riequilibrio personalizzato che fonda su specifiche indicazioni alimentari personalizzate e con un approccio integrato dal punto di vista nutraceutico e nutrizionale da seguire almeno per almeno 4 mesi.

Test di predisposizione genetica oncologica

È indirizzato a quelle persone che hanno un’elevata incidenza di patologie oncologiche e quindi a rischio. L’informazione ottenuta dal test genetico può apportare notevoli benefici quali organizzare un adeguato programma di controllo medico riservato ai soggetti ad alto rischio e quindi modificare il proprio stile di vita, di programma alimentare e integrazione e medicina completare in modo da avviare un percorso di stretta sorveglianza.

Visita, anamnesi e piano alimentare

Anamnesi generale accurata

Raccolta di sintomi e segni generali relativi allo stato di salute del paziente e raccolta di informazioni relative al motivo del consulto.

  • Analisi dello stile di vita e alimentare.
  • Valutazione del rapporto massa magra (FFM) e massa grassa (FAT) e grasso viscerale (Bioimpendenzometria) livello di idratazione, acqua intra/extracellulare, indice di grasso viscerale, massa ossea,metabolismo basale.
  • Raccolta del diario alimentare giornaliero del soggetto.
  • Valutazione di reazioni avverse agli alimenti, allergie/intolleranze, di sintomi e segni ad essi correlati.
  • Prescrizione di esami di laboratorio, radiologici o strumentali in base alle necessità, a supporto di eventuali ipotesi diagnostiche.

Analisi genetica

Eventuale test di analisi genetica per valutare l’impatto sull’organismo degli alimenti e dei nutrienti in essi contenuti in riferimento al proprio DNA.

Piano nutrizionale

Elaborazione finale del piano nutrizionale e di inquadramento stile di vita.

3 Articoli su “Test e nutrizione di precisione”